Blog dietro le sbarre

gennaio 23, 2010 alle 2:40 pm | Pubblicato su Il nuovo mondo, Media | 2 commenti

Inchiesta pubblicata su Chips&Salsa/Il Manifesto di Sabato 23 Gennaio.
Qui il file in versione pdf, dove si può leggere anche un’intervista a Ethan Zuckerman (“Portiamo Internet in tutte le carceri”) e si parla del progetto del MIT Between the Bars.

La foto a destra è dell’escape artist Ronald Tackmann.

PRIGIONE 2.0
Blog dietro le sbarre
Sempre più  detenuti gestiscono diari online dal carcere. Per denunciare violenze e maltrattamenti, ma anche per condividere pensieri ed emozioni con chi sta fuori. Le storie di Shaun Attwood, Carlo Parlanti, Ben Gunn e del progetto torinese “Dentro e fuori”.

di Nicola Bruno

FUGA DA ARPAIO
19 Febbraio 2004, Carcere di Maricopa (Arizona) – «La toilette accanto al letto è piena fino all’orlo. Da tre giorni manca l’acqua corrente. Gli altri detenuti si abbandonano a comportamenti infantili: per defecare usano i sacchetti di plastica in cui viene servito il pane ammuffito della colazione. E le buste restano per ore nella cella. (…) Abbiamo chiesto un intervento alle autorità sanitarie. Spero vengano al più presto a salvarci da questa situazione. (…) Nel frattempo ho ricevuto una lettera da Claudia, dice che mi resterà accanto, qualunque cosa succeda. Grazie a suo fratello, sono riuscito a farle arrivare un mazzo di rose per San Valentino».
Inizia così il primo post pubblicato su Jon’s Jail Journal (Diario dal carcere di Jon), uno dei primi blog a raccontare online la vita quotidiana dietro le sbarre.
Era il 2004 e Jon era lo pseudonimo di Shaun Attwood, un giovane inglese trasferitosi da poco negli Stati Uniti, dove faceva il broker di giorno e l’organizzatore di rave nei weekend. Per una storia di droga era stato condannato a nove anni da scontare in una dei peggiori carceri statunitensi. Quella dello sceriffo Joe Arpaio, tristemente famoso per il duro regime imposto ai propri detenuti («decine di morti sospette, scarsa igiene, cibo avariato», ci dice Shaun), oltre che per le trovate discutibili, tipo l’idea di installare quattro telecamere nel carcere e trasmettere tutto online.
Continue Reading Blog dietro le sbarre…

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.